1 Marzo, 2021

Università: come superare gli esami in tempi di Covid-19

Come riuscire ad affrontare gli esami universitari ai tempi del Covid: nasce il metodo garantito di “Genio in 21 giorni”.

Genova – Durante la pandemia di Covid-19 che tutto il mondo sta attraversando, si è cercato di conciliare il diritto allo studio dei giovani con la necessità di preservare la loro salute. I risultati sono stati variabili, ma una fascia sicuramente è stata lasciata più indietro rispetto alle altre: gli studenti universitari.

Le università, infatti, hanno gestito l’emergenza singolarmente, attuando politiche sussidiarie e di supporto a seconda delle capacità organizzative dei singoli atenei.

Nell’anno accademico 2020-2021 non si sono registrati cali nelle iscrizioni all’università. Ciononostante, per gli universitari si è rivelato particolarmente difficile conciliare lo studio con lo stress delle pressioni esterne.

“Senza un adeguato supporto molti ragazzi rischiano di perdere terreno prezioso nel loro percorso scolastico. Si tratti di esami persi all’università, di ragazzi in difficoltà in previsione dell’esame di maturità e in generale di una discontinuità nello studio che per molti rischia di diventare un problema”, afferma Massimo De Donno, l’ideatore del metodo di studio personalizzato Genio in 21 giorni (www.genioin21giorni.it).

“In questo momento più che mai c’è necessità di dare strumenti e risorse ad ancora più studenti messi in difficoltà dalla situazione attuale e dare a quanti più ragazzi possibile l’opportunità di valorizzare il loro tempo anche da casa.” aggiunge.

È vero che gli studenti universitari, rispetto a quelli di grado inferiore, hanno alle spalle anni di esperienza nello studio e nella gestione del tempo. D’altra parte, ad una maggiore età corrispondono maggiori responsabilità ed esigenze. Questo è vero anche rispetto allo studio e la didattica a distanza ha messo tutti a dura prova.

In questa situazione, come sottolinea ancora De Donno, chi non possiede un buon metodo di studio risulterà particolarmente penalizzato dal punto di vista dei rendimenti.

Il metodo di studio messo a punto da De Donno, uno dei più conosciuti ed utilizzati in Europa, pone l’accento su tre aspetti fondamentali:

  • Concentrazione
  • Gestione dello stress
  • Motivazione.

Il metodo studiato da “Genio in 21 giorni” si basa su passaggi di per sé semplici che, combinati tra loro, aiutano a fare la differenza nell’approccio allo studio.

La filosofia che sta dietro al progetto si può riassumere nella riflessione di De Donno:

“Abbiamo voglia di fare le cose che ci vengono bene e ci appassionano, quindi calcetto sì e studio no. A meno di non far innamorare dello studio il ragazzo. E qui entrano in gioco le più moderne tecniche di apprendimento Se riusciamo a far ottenere dei risultati concreti allo studente, in tempi ragionevoli, si appassionerà anche allo studio. Il metodo ‘leggi e ripeti’, applicato ancora in molte aule, non risponde certamente a questa esigenza.”

Questo è vero soprattutto in questo momento così delicato, in cui le necessità degli studenti sono state messe in secondo piano.

Per questo De Donno ha ideato il metodo di studio “Genio in 21 giorni”, per aiutare gli studenti a superare gli esami universitari in un contesto difficile come quello che stiamo vivendo.

Dietro la scelta di istituireaule studio virtuali accessibili a tutti (non solo agli studenti iscritti ai loro programmi), c’è la volontà di mettersi davvero accanto ai giovani fornendogli uno strumento pratico ed efficiente nella guida allo studio.

About Genio in 21 giorni

“Genio in 21 giorni” è il primo corso internazionale che insegna un metodo di studio personalizzato e vanta 47 sedi presenti in 5 nazioni.

I tutor di alto profilo seguono gli studenti di ogni grado di istruzione con percorsi specifici modellati sulle singole esigenze.

I risultati sono comprovati da più di 1.000 testimonianze all’anno, certificate da “Il Salvagente”.

Per ulteriori informazioni sul metodo di studio universitario basta visitare il sito internet  www.genioin21giorni.it.