Aprile 10, 2021

“CARTOLINE DA AUSCHWITZ”, VERSO IL GIORNO DELLA MEMORIA

Martedì 26 gennaio diretta Facebook alle 21 con Ert per la “ri-creazione multimediale” dal libro di Roberto Franchini; al mattino diretta streaming da Auschwitz per le scuole superiori

Dirette streaming e sui social media, filmati, dialoghi su libri, collegamenti da Auschwitz per le scuole e un evento su Facebook intitolato “Cartoline da Auschwitz – un omaggio”, che parte da un libro per diventare una esperienza multimediale con immagini e letture di attori. Proseguono anche domenica 24, lunedì 25 e martedì 26 gennaio le iniziative del “Comitato comunale per la storia e le memorie del Novecento” per il Giorno della Memoria 2021, che si celebrerà con altre attività mercoledì 27 gennaio, anniversario dell’apertura dei cancelli di Auschwitz nel 1945.

Martedì 26 gennaio si parte da “Auschwitz, una storia solo apparentemente lontana”: alle 10 Jadwiga Pinderska Lech, responsabile della casa editrice del Museo di Auschwitz dialoga con Silvia Mantovani dell’Istituto storico in streaming da Auschwitz per le superiori (registrazione dalle 18 su Fb e Youtube Istituto storico).

Alle 21, sulle pagine Facebook di ErtFondazione, Istituto storico di Modena, Città di Modena e Cultura Emilia-Romagna, è in programma “Cartoline da Auschwitz – un omaggio” dall’omonimo libro digitale pubblicato da Marietti 1820 del giornalista scrittore Roberto Franchini.

Come ricorda l’autore, dal campo di sterminio si possono oggi spedire immagini in ricordo della visita. E, come si legge nella scheda di presentazione a cura della casa editrice, “anche per questo il suo testo, volutamente privo di fotografie e composto di brevi annotazioni, solleva un tema più ampio. Un teso dibattito ha diviso a lungo due fronti inconciliabili, attorno all’interrogativo se sia giusto rappresentare il progetto di sterminio nazista. Da un lato – come scrive nell’introduzione Michele Smargiassi, tra i maggiori esperti italiani di fotografia – Claude Lanzmann, regista del documentario Shoah, ha decretato l’inadeguatezza di qualsiasi rappresentazione visuale che pretenda di rappresentare l’assoluto del male. Dall’altro, il filosofo dell’arte Georges Didi-Huberman ha sostenuto il diritto di immaginare, ‘nonostante tutto’, ciò che per gli aguzzini stessi doveva restare inimmaginabile”.

In occasione del Giorno della Memoria, il libro di Franchini viene trasformato in voce ed elaborazione grafica di immagini da Ert. La drammaturgia è di Sergio Lo Gatto, le elaborazioni grafiche di Riccardo Frati e le letture di Daniele Cavone Felicioni, Michele Lisi, Maria Vittoria Scarlattei e Cristiana Tramparulo, attrici e attori della Compagnia permanente di Emilia Romagna Teatro.

Nei giorni precedenti, domenica 24 gennaio alle 17 su Facebook e Youtube dell’Istituto storico di Modena Alberto Cavaglion, dell’Università di Firenze, discute con Alessandra Fontanesi dell’Istituto storico di Reggio Emilia di “Primo Levi: guida a ‘Se questo è un uomo’”. Lunedì 25 gennaio alle 21 su Facebook e Youtube dell’Istituto storico si può seguire il filmato “Una surreale normalità. Modena e l’Italia ai tempi delle leggi antiebraiche”, mentre l’appuntamento in programma con Fondazione Villa Emma è posticipato al 10 febbraio.

Il programma per il Giorno della Memoria è online (www.comune.modena.it).