30 Novembre, 2020

Le nuove penne della coda di Airlink portano la libertà nei cieli del Sudafrica 

Airlink, la compagnia aerea privata sudafricana, ha svelato le sue nuove penne della coda, presentandosi come vettore completamente indipendente.Il nuovo look, che rappresenta la siluette di un coloratissimo African Sunbird che si staglia contro un cielo all’alba, è un altro dei numerosi recenti cambiamenti, tra cui la rinomina formale dell’azienda come “Airlink”, e simboleggia la nuova strategia del vettore, che intende presentarsi come una realtà indipendente: agile, reattiva e finanziariamente solida, e la libera da qualsiasi richiamo al brand del suo ex partner, South African Airways.La nuova livrea sarà applicata, nei prossimi mesi, a tutta la flotta di Airlink sucessivamente alla riverniciatura a alla revisione approfondita programmata per ciascun velivolo, in modo tale da non interrompere le operazioni. Il primo aereo con i nuovi colori prenderà il servizio all’inizio di dicembre, in tempo per le vacanze estive.

Rodger Foster, amministratore delegato di Airlink ha spiegato: “Abbiamo lasciato quel nido e ora invitiamo i nostri clienti vecchi e nuovi a volare con noi mentre Airlink espande la sua rete, collegando e ricollegando persone, comunità, imprese, beni e servizi con i mercati in tutta l’Africa meridionale e oltre”. 

“L’indipendenza e la libertà sono le proposte principali di Airlink: offriamo la libertà del network più ampio e lo schedule più completo in Sudafrica e nell’Africa meridionale, unitamente a comodi collegamenti operati dai nostri partner globali, che offrono ai nostri clienti la scelta di voli e collegamenti senza interruzioni, sia che viaggino per lavoro, per motivi personali o di piacere”, ha affermato Foster.

“Nel celebrare la nostra indipendenza, stiamo offrendo ai nostri clienti ulteriori servizi gratuiti, come la franchigia bagaglio anche per le attrezzature sportive, il servizio di classe business su voli E-jet selezionati e il catering a bordo”, ha aggiunto.

Airlink ha recentemente lanciato frequenze giornaliere su quelle che sono le rotte storicamente più trafficate del Sud Africa (e dell’Africa); Johannesburg – Cape Town e Johannesburg – Durban oltre a Johannesburg-Port Elzabeth e Johannesburg – East London.

Ha inaugurato le sue prime nuove rotte che collegano Johannesburg con Maputo e Johannesburg con Windhoek e, con il progressivo allentamento delle restrizioni di viaggio nazionali e regionali, ha riavviato i servizi verso tutti i 15 principali centri economici e turistici del Sudafrica. Airlink, inoltre, opera in Zimbabwe (Harare e Bulawayo), Zambia (Lusaka, Ndola e presto anche Livingstone), Namibia (Windhoek e Walvis Bay), Lesotho (Maseru), Eswatini (Sikhuphe) e Mozambico (Maputo, Pemba, Beira e Vilanculos).

La prossima settimana Airlink riprenderà i voli per il Botswana (Gaborone, seguito il mese prossimo da Maun e Kasane) e riprenderà i voli per il Madagascar a dicembre (Nosy Be, in attesa della riapertura di Antananarivo) mentre quelli per Sant’Elena riprenderanno non appena sarà consentito.

Airlink prevede di mostrare le sue nuove penne della coda in molte altre destinazioni, nuove e consolidate, non appena saranno online nelle prossime settimane e mesi.