24 Novembre, 2020

Fondazione Collodi, Bernacchi confermato all’unanimità Lo storico Giordano Bruno Guerri eletto consigliere a vita

Riconfermato tutto il direttivo uscente, consigliere a vita anche il collodese Cottini

Francesca Bianchi (Massa) nuova presenza nel comitato tecnico scientifico

Collodi, 9 novembre 2020

Il consiglio generale della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, durante le elzioni in streaming di sabato mattina 7 novembre, ha confermato alla unanimità la presidenza di Pier Francesco Bernacchi e di tutti i membri del direttivo uscente che lavoreranno all’ultimazioni di progetti in corso (oltre 400) e alla definitiva realizzazione del Parco Policentrico Collodi – Pinocchio, per un altro quinquennio.

Lo stop dovuto al Covid-19 – spiega Bernacchi – in un anno, il 2020, che doveva essere cruciale per i progetti in corso e per investimenti fatti, come quello per l’apertura del Museo Interattivo di Pinocchio, inaugurato a dicembre 2019, mi ha spinto a rivedere il proposito di lasciare la presidenza della Fondazione. A parte il momento critico per abbandonare il timone, è mia intenzione, e della “squadra” con la quale opere (il comitato direttivo, ndr), portare a termine il progetto di parco policentrico, ormai in dirittura di arrivo, nel quale la Fondazione è impegnata e sta investendo da anni”.

Con Bernacchi, gli altri membri del consiglio direttivo sono: il manager e imprenditore Davide Battistini (Parma), riconfermato segretario generale, l’avvocato Giovanni Giovannelli (Pescia-Pistoia) e le docenti universitarie Marina D’Amato ( Università Roma 3) e Maria Adriana Giusti (Politecnico di Torino).

I membri del consiglio generale presenti hanno poi votato, sempre all’unisono, la nomina di due nuovi consiglieri a vita e di due nuovi membri del comitato tecnico –scientifico della Fncc.

Sono nominati consiglieri a vita lo storico Giordano Bruno Guerri e il collodese Massimo Cottini.

Nuovi membri del comitato tecnico-scientifico sono sempre Giordano Bruno Guerri e la studiosa Francesca Bianchi (Massa).

Brevi biografie.

PRESIDENTE, SEGRETARIO GENERALE, MEMBRI DEL DIRETTIVO

Pier Francesco Bernacchi: presidente uscente riconfernato della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, per la quale è stato anche Segretario Generale dal 1994 al 2015, durante la presidenza del professor Vincenzo Cappelletti.

Laureato in Scienze Politiche, Bernacchi è stato a lungo manager di spicco di ospedali, nonché del servizio sanitario nazionale dalla sua costituzione.

Dal 1989 è stato direttore generale di  importanti centri termali a Montecatini Terme, Castellamare di Stabia e Chianciano. Attualmente continua l’attività di consulente per strutture termali internazionali.

Partecipa a numerosi importanti convegni internazionali e collabora all’Agenda del Servizio Sanitario Nazionali. E’ presidente del Collegio Sindacale dell’AICI (Associazione delle istituzione di Cultura italiane). 

Nei quasi 30 anni alla guida della Fondazione Nazionale Carlo Collodi ha portato l’ente culturale all’interno dei grandi eventi nazionali e  internazionali come l’Expo Shangai (2010), negli Stati Uniti durante le celebrazioni dell’ Anno della Cultura Italiana negli USA (2013), all’Expo Milano (2015) mentre sono già in calendario altri importanti progetti come la Mostra di Pinocchio real boy a Los Angeles e la costruzione di un parco e di un villaggio dedicati a Pinocchio in Corea del Sud.

Tra i progetti che sta portando a compimento, dopo un lungo iter, quello del  Parco Policentrico di Collodi-Pinocchio. Presentato e approvato dalla Commissione Europea, per la sua realizzazione Bernacchi ha ottenuto il contributo dei maggiori architetti contemporanei.

Davide Battistini (Parma, 1974) è l’amministratore unico di Sinapsi Group e di Sinapsi Net. Laureato in Economia Aziendale presso l’Università degli Studi di Parma, ha fondato il progetto Sinapsi e contribuito alla formazione di numerose figure commerciali in Italia. Fin dall’inizio della sua attività ha posto al centro della sua filosofia il connubio fra cultura, arte e imprenditoria, attivando diversi progetti che hanno ottenuto lustro e valore a livello nazionale e internazionale.

Fra le attività svolte e le cariche ricoperte ricordiamo il ruolo di Segreterio Generale della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, la presenza nella Consulta UNICT dell’Unione Industriali di Parma, la Presidenza della Società dei Concerti di Parma, il ruolo di consigliere nell’associazione di valorizzazione territoriale “Parma, io ci sto!” e il ruolo direttivo nel Team Special Olympics dell’Emilia-Romagna.

Negli ultimi 10 anni Battistini – attraverso il progetto Sin For – ha supportato decine di progetti culturali, sociali, educativi e artistici, che hanno portato a 748 eventi realizzati in Italia e nel mondo. Nelle attività portate avanti da Battistini con Sin For sono stati coinvolti 300 partner, 9.800 artisti e più di 690 mila spettatori.

Alla base della filosofia del progetto SinFor di Battistini c’è l’insegnamento di Robert Baden-Powell: “Cercate di lasciare questo mondo un po’ migliore di come lo avete trovato”. Questi valori, ideali e ispirazioni sono le radici di una visione dell’impegno civile che mira a valorizzazione il contesto in cui si opera.

Marina D’Amato è professore ordinario di Sociologia presso la Facoltà di Scienze della Formazione di Roma Tre. Insegna anche nelle università di Parigi Sorbona René Descartes, Nanterre, Vincennes. Coordina il comitato Recits, Fiction et Societé dell’AISLF, di cui è membro del direttivo. Collabora con istituti nazionali e centri internazionali di ricerca (Francia, Germania, Belgio) sui temi dell’immaginario, della comunicazione, delle politiche culturali e dell’infanzia. Nel 2012 è stata nominata Commendatore della Repubblica Italiana. Autrice di oltre 20 monografie e di 150 articoli in riviste nazionali e internazionali. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Ragioni e Sentimenti, Roma TrE-Press, 2016; Ci siamo persi i bambini, Laterza 2014; La ma a allo specchio, FrancoAngeli 2013; Musei e identità sociale, Le

Lettere 2012; Finzioni e mondi possibili, Universitaria 2012; Telefantasie, FrancoAngeli 2007.

Maria Adriana Giusti, architetto, Professore Ordinario di restauro presso il Politecnico di Torino, Professore Onorario della Xi’an Jiaotong  University (Cina) e visiting professor di altre università cinesi ed europee,  collabora con istituzioni internazionali di ricerca nel settore del patrimonio architettonico e paesaggistico. E’ docente al Máster Oficial en patrimonio histórico y cultural, Università di Huelva (Spagna) e alle Scuole di Specializzazione in Beni architettonici e del paesaggio, Università di Firenze e di Ferrara. E’ responsabile di ricerche finanziate dal Ministero per gli Affari Esteri  (MAE) sul patrimonio architettonico albanese del Novecento e dei progetti di restauro degli edifici governativi di Tirana (Palazzo delle Brigate, ex villa Reale,  Palazzo della Presidenza del Consiglio dei Ministri), direttore di collane editoriali e di studi sul patrimonio architettonico moderno e contemporaneo. Già membro del Comitato Nazionale Parchi e Giardini Storici  (Ministero BB.AA.CC.), direttore e poi presidente del Centro Studi Giardini Storici e Contemporanei di Pietrasanta, fondatore e direttore del centro studi sulla Cultura eclettica, liberty e Déco di Viareggio, funzionario della Soprintendenza per i Beni Architettonici, Artistici, Storici di Pisa, Lucca, Livorno e Massa Carrara, è stata Presidente dell’Opera delle Mura di Lucca, contribuendo alla promozione di importanti lavori di restauro e valorizzazione come l’illuminazione della cinta muraria, la riqualificazione dell’Orto Botanico, Murabilia. Curatore di mostre e convegni in Italia e all’estero ha prodotto circa 300  pubblicazioni, tra monografie, saggi, cura di mostre e convegni. Tra i più recenti volumi: Viareggio, la città nata dal mare (2020), Giardini lucchesi. Il teatro della natura tra città e campagna (2017), Ville lucchesi, d’italia, del mondo. Conoscenza e cura delle dimore di campagna e dei loro giardini (2016), Ville lucchesi. Le delizie della campagna (2015).

Giovanni Giovannelli è avvocato cassazionista, docente universitario, giudice tributario e vice presidente Commissione Tributaria.

Presidente Asnapop (associazione nazionale azionisti banche popolari), già membro di cda di istituti di credito è autore di numerose pubblicazioni in materia bancaria, societaria, commerciale, fallimentare, urbanistica, beni culturali.

Svolge attività professionale in tutta Italia, prettamente nel settore civile e amministrativo.

Ha studi legali a Pescia e a Pistoia.

NUOVI CONSIGLIERI A VITA

Massimo Cottini: 53 anni, collodese da generazioni, è funzionario di banca (Intesa San Paolo).

Giordano Bruno Guerri è storico,  scrittore e giornalista italiano, nato a Monticiano (Siena) nel 1950. Studioso del XX secolo, specializzato sul ventennio fascista e sui rapporti fra stato italiano e Chiesa. Nel 1965 si trasferisce a Milano, dove completa il liceo e gli studi universitari in lettere presso l’Università Cattolica, laureandosi nel 1974. Nel corso degli anni Settanta lavora per la casa editrice Garzanti come correttore di bozze, pubblicando un importante manuale per correttori nel 1971. Negli anni successivi colleziona diverse esperienze nel campo del giornalismo e dell’editoria, come la nomina a direttore del mensile “Storia illustrata” nel 1985, quella a direttore editoriale per Mondadori nel 1986 e la collaborazione con “il Giornale” in qualità di opinionista nel 1984. Come docente di storia contemporanea ha tenuto corsi nelle università di Madrid, Rio de Janeiro e Roma. Nel 2018 è stato insignito del Premio speciale Città di Viareggio, per aver creato un significativo rapporto di scambio tra la Fondazione Vittoriale degli Italiani, di cui è presidente dal 2008, e quelle intitolate a Giovanni Pascoli e a Giacomo Puccini. Tra le sue opere più recenti si ricordano L’arcitaliano. Vita di Curzio Malaparte (Bompiani, 2008), Povera santa, povero assassino. La vera storia di Maria Goretti (Mondadori, 1985, poi Bompiani, 2008), Galeazzo Ciano (Bompiani, 2011), D’Annunzio. L’amante guerriero (Mondadori, 2017), Antistoria degli italiani. Da Romolo a Grillo (La Nave di Teseo, 2018), Disobbedisco, Fiume 1919-1920 (Mondadori, 2019), Giuseppe Bottai (Mondadori, 2019) e Galeazzo Ciano. Una vita (1903-1944) (La Nave di Teseo, 2019).

DUE NUOVI MEMBRI DEL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO

Giordano Bruno Guerri: (vedi sopra)

Francesca Bianchi,  42 anni e residente a Massa (Toscana), Cavaliere dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”,  è Presidente dell’Associazione Bookcrossing Massa APS, si occupa principalmente di letteratura per l’infanzia espletando progetti di carattere sociale sul territorio e della diffusione della lingua spagnola ai bambini.

Laureata in lingue e letterature straniere, è esaminatrice internazionale di lingua spagnola per le certificazioni europee DELE, insignita del premio di Alto Merito per l’Attività Culturale e del Premio CESVOT Regione Toscana per il volontariato “La vita nel sociale”, volontaria di Telefono Azzurro, sezione “progetto carcere”, ha all’attivo 8 libri per bambini principalmente in rima e più di 50 riconoscimenti per opere edite e inedite.