21 Settembre, 2020

Nestlé China promuove l’agricoltura e la produzione sostenibili con un investimento di 53 milioni di franchi

Con una crescente attenzione all’agricoltura sostenibile in Cina, Nestlé ha annunciato l’intenzione di investire altri 400 milioni di RMB ( 53 milioni di CHF ) nel paese.

Parte dell’investimento promuoverà lo sviluppo della coltivazione locale del grano nella provincia di Heilongjiang, con un focus iniziale sui cereali biologici. Ciò avverrà tramite il nuovo Nestlé Grain Competence Center (GCC), il primo impianto di questo tipo a livello mondiale.

Nestlé completerà anche l’espansione e l’aggiornamento del Nestlé Dairy Farming Institute (DFI), rafforzando il suo ruolo nella formazione sull’allevamento lattiero-caseario e come fonte sostenibile di latte locale di alta qualità, in particolare per i prodotti a base di latte A2 di Nestlé.

Il DFI svolgerà anche un ruolo crescente nella spinta di Nestlé a ridurre le emissioni di gas a effetto serra nella sua catena di fornitura. Una serie di progetti di riduzione delle emissioni presso il caseificio del DFI svilupperà e mostrerà le migliori pratiche, con l’obiettivo di esplorare le opportunità per il latte fresco “a emissioni zero”.

La seconda parte dell’investimento si concentrerà sul rafforzamento della capacità produttiva di Nestlé a Shuangcheng, nella provincia di Heilongjiang, che sarà completata in 2 fasi nei prossimi 5 anni. In primo luogo, amplierà la capacità di produzione dei cereali per neonati Gerber di oltre il 50%. In secondo luogo, verranno lanciate due nuove categorie di prodotti, inclusi snack a base di cereali per neonati e alimenti funzionali per adulti.

Nestlé continuerà a concentrarsi sul rendere le sue strutture di Shuangcheng ancora più sostenibili ed efficienti, introducendo nuovi programmi di risparmio energetico e sostituendo alcune apparecchiature con tecnologie all’avanguardia.