5 Agosto, 2020

Il 21 agosto esce in digitale il nuovo album “THE BLUE BUS”di MISTURA PURA

(nome d’arte della produttrice e dj FEDERICA GRAPPASONNI)

un particolare progetto nato su un bus degli anni ‘70

nelle campagne pugliesi della Riserva Naturale di Torre Guaceto

Dal 25 settembre il disco sarà disponibile anche in vinile

Il 21 agosto esce sulle piattaforme streaming e in digital download “THE BLUE BUS” (Ubiquity Records), il nuovo album di MISTURA PURA, nome d’arte della produttrice e dj FEDERICA GRAPPASONNI.

Dal 25 settembre il disco sarà disponibile anche in vinile.

L’album, realizzato con l’apporto di stimati musicisti provenienti da varie parti del mondo, racconta di un soggiorno nel selvaggio, di un viaggio intrapreso dalla dj produttrice nella Riserva Naturale di Torre Guaceto, in Puglia. Lì Federica Grappasonni si è trasferita per vivere più di un anno all’interno di un bus abbandonato da una coppia di induisti tedeschi nelle campagne di Serranova (Brindisi). L’esperienza si trasforma in materiale vivo e organico, un’immersione totalizzante nella Natura, vera e propria colonna sonora che accompagna e tratteggia il vissuto personale dell’artista ma che diventa paesaggio sonoro di ispirazione per un viaggio musicale.

La musica quindi si fa messaggioun chiaro monito rivolto all’uomo contemporaneo affinché ritrovi la giusta corrispondenza d’amorosi sensi con la natura. Un legame che è necessario per poter concepire la bellezza, categoria non solo estetica ma di pregnanza filosofica che va sempre più perdendosi e che pare essere oggetto di una vera e propria volontà umana di distruzione.

«Faccio musica allo scopo di soddisfare il mio desiderio di Bellezza che è per me sempre generata dall’incontro tra culture diverse, ognuna alla ricerca della verità – afferma MISTURA PURA, FEDERICA GRAPPASONNI – Nelle mie produzioni discografiche cerco di evitare la rappresentazione di un mondo visto dalla stessa prospettiva, che parla la stessa lingua e segue lo stesso ritmo. Ho certamente trovato nella categoria che i critici del jazz anni ’70 hanno definito come ‘Fusion- Jazz Funk’ la mia identità di genere: è per me l’espressione più alta del jazz per quel che riguarda la mezcla di tradizioni e ritmiche. E qui più che in ogni altra forma d’arte, e/o genere musicale, contaminazione e integrazione trovano la loro vetta. E’ un processo in continua evoluzione che non finisce mai di sorprenderci e di rinnovarsi proprio come accade in natura».

“The Blue Bus” si compone di 12 brani, 10 inediti e due rielaborazioni, nei quali Federica Grappasonni conduce i suoi musicisti nei sentieri del jazzfunk, del latin jazz, del jazz in 5/4, dell’Afrobeat del funk sorprendendo, talvolta, con inattese tessiture downtempo, trip hop, illbient, house, techno e minimal tech. Questa la tracklist completa dell’album: “Blue Bus”, “Nigerian Girl”, “Street Beat”, “African Circles (Part1)”, “African Circles (Part 2)”, “A prayer for Odara”, “Puerto Rican Blues”, “Summer Breeze”, “Stop into the bossa”, “Atristry in Rhythm”, “Midnight for Tommy”, “There We Go”.

www.instagram.com/misturapura/

Dj, produttrice, compositrice e pubblicista italiana, FEDERICA GRAPPASONNI dal 1995 è conosciuta nella scena clubbing nazionale e internazionale come MISTURA PURA. Dalla metà degli anni novanta si fa conoscere nei locali di Bologna e Milano. Dal 2000 viene eletta paladina della musica lounge ed diventa dj resident di noti locali milanesi. La vigilia di Natale del 2001 organizza la serata aperta al pubblico milanese Homeless presso il dormitorio comunale di Viale Ortles per i senza tetto: qui la dj é accompagnata da un quartetto di percussionisti e invita gli ospiti del dormitorio a promuovere la loro creatività artistica, trasformando l’evento in uno spettacolo memorabile. Nel 2004 viene chiamata a Cannes come dj ufficiale dei 50 anni della Rai accompagnata dai suoi musicisti sulla terrazza del Palais du Festival. Come produttrice e compositrice pubblica nello stesso anno il singolo “Bossa Colorata” raccolto nella compilation “Milano Clubbing” che presenta dal vivo in un grande evento all’Alcatraz. Nel 2005 e’ invitata dal trombettista Paolo Fresu al suo festival in Sardegna Time In Jazz – edizione Digital Trance. Il 14 gennaio del 2006 si esibisce in piazza Duomo a Milano davanti a 200mila persone come dj ufficiale del movimento Usciamo Dal Silenzio in difesa della libertà femminileNel novembre dello stesso anno tiene un concerto con i suoi musicisti nella sala Est della stazione Centrale di Milano in difesa dei diritti delle donne. Dal 2006 intraprende la collaborazione con il Bhangrabar dove per cinque anni è dj resident ogni giovedì all’appuntamento Melting Pot. In agosto si trasferisce alle isole Eolie dove la si trova dj resident ogni sera e per tre estati consecutive al Bridge di Panarea. Nel 2009 Federica scrive e produce il festival di musica sulle acque dei navigli milanesi Milano Mu.sa. – Musica sulle Acque. Nel 2011 produce e pubblica l’Ep “Looking For The Angels” anticipazione dell’album “The Angels Connection” che uscira’ a settembre dello stesso anno per ZimbalamIl lavoro strettamente voluto dalla dj è un omaggio alla serie televisiva americana “Charlie’s Angels” che mai prima di allora contava su un’intera colonna sonora del telefilm contenente brani strumentali latinjazz, jazzfunk ed etnojazz. Collaborano al progetto discografico prestigiosi nomi del jazz italiano ed europeo. A marzo del 2012 in veste di art director realizza, con il regista Marcelo Soulé e il fotografo Marco Renieri, il documentario musicale in esclusiva mondiale della nave Pacific Princess nota come star hollywoodiana del telefilm LOVE BOAT. Ad interessarsi e a mettere sotto contratto l’artista italiana è l’etichetta discografica californiana Ubiquity Records che pubblicherà a maggio 2016 il nuovo album di Mistura Pura ‘Hollywood Spritz’ nei formati vinile e digitale. Nel 2015 la dj lascia Milano. Oggi vive tra le Marche e la Puglia.