8 Agosto, 2020

Novità sul fronte appartamenti: approvato il disciplinare per il marchio Family in Trentino

Nella seduta di venerdì 3 luglio la Giunta Provinciale ha approvato il disciplinare per l’assegnazione del marchio “Family in Trentino” relativo alla categoria denominata “Alloggi ad uso turistico e case e appartamenti per vacanze”.

Il documento, che si inserisce all’interno delle azioni promosse dal Distretto Famiglia Family Green Primiero, nasce dalla fattiva collaborazione dell’A.P.T. San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi e la Comunità di Primiero con l’Agenzia provinciale per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili oltre che il supporto dell’APT della Valle di Cembra e della Comunità della Paganella e degli Altipiani Cimbri.

Il disciplinare si basa sulla definizione di requisiti obbligatori e facoltativi ai quali i soggetti interessati dovranno dare risposta per avere il marchio “Family in Trentino”. L’intento è di qualificare l’offerta ricettiva degli alloggi privati ad uso turistico lavorando non solo sugli aspetti normativi ma soprattutto ponendo l’attenzione sulla qualità degli ambienti interni in termini di comfort, sui servizi legati allo svago e alle attrezzature e facendo attenzione alla sostenibilità della vacanza sia dal punto di vista ambientale ma anche economico, con politiche tariffarie specifiche.

Con questo nuovo marchio quindi le famiglie hanno la garanzia che l’appartamento certificato è in linea con le loro esigenze in quanto predisposto con servizi e attrezzature che rendono la vacanza piacevole e a misura di bambino.Una garanzia di qualità che è data anche dall’essere parte di un sistema, quali i distretti famiglia, attento alla sostenibilità sociale del territorio di appartenenza.

Un documento ottenuto grazie alla positiva collaborazione tra i diversi enti come spiega il Presidente della Comunità di Valle Roberto Pradel“La Comunità ha avuto un ruolo di interfaccia tra l’agenzia provinciale per la famiglia nella persona della dott. Francesca Tabarelli de Fatis e gli operatori turistici locali del comparto appartamenti coinvolti da ApT. Personalmente sono molto contento che si sia arrivati ad un risultato concreto che ci permette di compiere un ulteriore passo avanti sul tema appartamenti regolamentando e qualificando l’offerta secondo standard comuni”.

Sulla stessa lunghezza d’onda è anche la dott. Francesca Tabarelli de Fatis, Direttrice dell’Agenzia provinciale per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili: “Considerata l’importanza della tematica riguardante il comparto extra-alberghiero, si è reso necessario effettuare un articolato percorso di elaborazione e di confronto sul territorio provinciale per la stesura del documento, al fine di addivenire ad un disciplinare condiviso con i soggetti interessati e con il supporto dei  Distretti per la famiglia, anche se è innegabile che la spinta propulsiva da parte del territorio del Primiero sia stata determinante nel portare il tutto a compimento. L’azione sinergica messa in campo da tutti i soggetti coinvolti nella stesura del disciplinare ha consentito infatti di definire dei requisiti obbligatori e facoltativi aderenti alle specificità dell’offerta ricettiva della realtà trentina, con l’intento di implementare la qualità del servizio offerto al target famiglia, al fine di assicurare una qualità minima garantita”.

Esprime soddisfazione anche il Presidente di ApT Antonio Stompanato che sottolinea come – “siamo di fronte ad un’ulteriore riprova del buon lavoro messo in campo dal Tavolo di lavoro degli appartamenti soci di ApT che si è occupato della condivisione del documento, ben coordinato dalla consulente Maura Gasperi sulla base delle indicazioni fornite dal cda e in particolare dalla referente per il comparto appartamenti Monica Partel”.

Alle dichiarazioni di Stompanato hanno fatto eco quella della stessa Monica Partel che si è detta “orgogliosa per aver contribuito a raggiungere questo importante step, frutto di un lavoro durato un anno e mezzo. Questo documento conferma come Primiero sia una realtà attiva particolarmente attenta sul tema appartamenti. L’approvazione del disciplinare da parte della Provincia arriva in una stagione estiva in cui, più che mai, è sotto gli occhi di tutti l’importanza di questo settore all’interno del sistema turistico locale e trentino”.

A seguito dell’approvazione provinciale del documento ApT è quindi pronta, a partire dalle prossime settimane ad attivarsi ancora una volta per stimolare e coordinare la raccolta delle adesioni a livello locale per gli operatori presenti sul territorio con l’obiettivo di poter veicolare adeguatamente gli appartamenti che si impegneranno nel rispetto del disciplinare già in vista della prossima stagione invernale.