4 Agosto, 2020

Nestlé to expand affordable nutrition portfolio in Southeast Africa

L’accesso a un’alimentazione a prezzi accessibili è difficile per molti consumatori in tutto il mondo. Nestlé sta accelerando i suoi sforzi per sviluppare prodotti nutrienti più convenienti per i consumatori, in particolare quelli nei paesi emergenti. Ciò consente all’azienda di migliorare la propria offerta di prodotti per le famiglie a basso reddito, molte delle quali vivono con pochi dollari al giorno, causando spesso una mancanza di nutrienti essenziali nella loro dieta quotidiana.

Un esempio è il recente lancio di Nestlé Cerevita Instant Sour Porridge, una soluzione nutriente accessibile per i consumatori del Sud-Est africano. È fatto con cereali integrali e fortificato con micronutrienti chiave, che in genere mancano nelle diete dei consumatori locali. Il porridge ha un contenuto più elevato di fibre e proteine ​​e costa circa il 20-25% in meno rispetto ai prodotti simili disponibili nei mercati locali.

Il porridge è stato sviluppato e lanciato in circa un anno dagli scienziati del Centro R&D Nestlé di Abidjan, in Costa d’Avorio, in collaborazione con team interfunzionali provenienti dai mercati del Sud-Est africano. Il centro di ricerca e sviluppo ha sfruttato le sue capacità scientifiche e tecnologiche per sviluppare un porridge che si adatta alle preferenze del gusto del consumatore locale e alle esigenze nutrizionali minimizzando i costi di produzione per garantire l’accessibilità economica.

“L’attuale crisi COVID-19 nel mondo porterà a un’ulteriore mancanza di alimenti nutrienti a prezzi accessibili per molti consumatori vulnerabili. Stiamo aumentando i nostri sforzi per affrontare l’accessibilità economica sviluppando, testando e lanciando rapidamente prodotti nutrienti, sicuri, di alta qualità, convenienti e nutrienti prodotti che soddisfano le esigenze dei consumatori dell’Africa subsahariana “, afferma Tesfalidet Haile, capo del centro di ricerca e sviluppo Nestlé ad Abidjan.

Il porridge è stato sviluppato con ingredienti di alta qualità, di provenienza locale e sostenibile, sfruttando le tecnologie esistenti di essiccazione a rullo e miscelazione a secco. Gli esperti del packaging Nestlé hanno anche lavorato a fianco dei fornitori locali per sviluppare un packaging laminato economico e riciclabile, che protegga il prodotto per tutta la durata di conservazione.

Il porridge è stato lanciato per la prima volta a luglio nello Zimbabwe in un numero limitato di negozi, con un lancio e un lancio a livello nazionale in più paesi previsti per la fine dell’anno.

Il centro di ricerca e sviluppo Nestlé ad Abidjan, in Costa d’Avorio, fa parte della rete globale di ricerca e sviluppo Nestlé , che comprende 23 sedi in tutto il mondo. Il centro ha tecnici, scienziati e ingegneri alimentari specializzati principalmente nell’innovazione di soluzioni di cereali, latticini, snack e bevande. Collabora inoltre con università locali e partner per l’innovazione. L’anno scorso, Nestlé ha lanciato una sfida all’innovazione in R&S nell’Africa subsahariana, che ha visto tre start-up intraprendere una residenza di 4 mesi nell’Acceleratore R&D Nestlé per l’Africa sub-sahariana, situato presso il centro di ricerca e sviluppo di Abidjan.