4 Agosto, 2020

Nestlé speeds up factory support with augmented reality

In un momento in cui i viaggi sono limitati a causa di COVID-19, Nestlé sta espandendo l’uso della tecnologia della realtà aumentata per fornire supporto remoto ai suoi siti di produzione e R&S e per connettersi con i fornitori.

Gli esperti dell’azienda e i fornitori esterni utilizzano strumenti di assistenza remota per connettersi con le persone nelle fabbriche e in altre strutture in tutto il mondo. Ciò ha aumentato l’efficienza in tutte le operazioni e ha consentito agli esperti di supportare più progetti contemporaneamente.

Utilizzando strumenti come desktop remoto, occhiali intelligenti, telecamere a 360 gradi e software 3D, gli specialisti possono consigliare attività complesse senza dover recarsi sul sito.

La tecnologia è stata utilizzata in progetti come l’impostazione o la riprogettazione delle linee di fabbrica, i lavori di manutenzione essenziali e il controllo delle attrezzature con i fornitori.

David Findlay, Global Head of Manufacturing di Nestlé, ha dichiarato: “Proteggere il nostro personale è una priorità assoluta per Nestlé, qualcosa che è stato chiaramente dimostrato più volte durante la crisi COVID-19. L’approccio del supporto remoto non è solo una risposta a COVID-19. Tuttavia, in futuro l’assistenza remota diventerà un nuovo modo di lavorare. Aumenterà la velocità e l’efficienza delle strutture e ridurrà i viaggi verso i siti Nestlé, aiutandoci a ridurre le emissioni di CO2 in tutte le nostre operazioni. Sono estremamente orgoglioso che i nostri team sono stati in grado di espandere il nostro uso della tecnologia di assistenza remota così rapidamente da garantire che fossimo in grado di continuare a fornire supporto tecnico. Ciò ha permesso alle nostre fabbriche di funzionare senza intoppi e ha consegnato in tempo nuovi progetti di investimento “.

Ci sono molti esempi di supporto remoto nelle fabbriche e nelle strutture di ricerca e sviluppo di Nestlé . Ad esempio, i team di ricerca e sviluppo in Svizzera hanno contribuito a rinnovare da remoto gli esistenti e a installare nuove linee e tecnologie di produzione per uno stabilimento lattiero-caseario pronto da bere a Navanakorn, in Thailandia. La fabbrica è stata completata prima del previsto.

Hanno inoltre sostenuto l’installazione di una nuova linea di produzione di cereali per bambini a Shuangcheng, in Cina. Inoltre, i team di esperti di ricerca e sviluppo nel Regno Unito hanno lavorato con i fornitori per riprogettare da remoto e testare con successo nuovi stampi per pasticceria per KitKat .

Altri esempi includono lavori di manutenzione presso fabbriche in Colombia ed Ecuador o la creazione di una nuova linea di alimenti per animali domestici negli Stati Uniti.

Thomas Hauser, responsabile dello sviluppo di prodotti e tecnologia Nestlé, ha dichiarato: “Per garantire la continuità aziendale, abbiamo accelerato l’uso dell’assistenza remota e delle tecnologie di realtà aumentata in tutta la nostra organizzazione globale di ricerca e sviluppo . Queste tecnologie innovative hanno consentito ai nostri esperti di fornire supporto alle nostre fabbriche in tutto il mondo per attività critiche come il nuovo insediamento delle linee di produzione e l’avvio di nuove attrezzature, che ci aiutano a garantire che i lanci di nuovi prodotti siano consegnati in tempo ai consumatori “.

Gli ingegneri Nestlé sono alla continua ricerca e prototipazione di tecnologie emergenti. Avevano già stabilito capacità di realtà virtuale e la guida remota era stata utilizzata con portata limitata su diversi progetti.

Con restrizioni sui viaggi, misure di quarantena e la necessità di mantenere le distanze in loco con la diffusione di COVID-19, è aumentata la necessità di questo approccio innovativo.

“Sebbene siamo stati in grado di attivare rapidamente il supporto remoto in realtà aumentata come parte della nostra risposta IT globale COVID-19 , questa non è stata una soluzione durante la notte. Si basa sul nostro approccio disciplinato e lungimirante all’innovazione durante le nostre operazioni”, ha detto Filippo Catalano, Nestlé Group CIO .

Nestlé sta trasformando le sue operazioni digitalizzando ulteriormente le catene di approvvigionamento e la produzione. L’obiettivo è creare un vantaggio competitivo attraverso dati, intelligenza artificiale, automazione e analisi predittiva.

La digitalizzazione può anche aiutare a raggiungere obiettivi ambientali come la riduzione delle emissioni. Nestlé si è impegnata a raggiungere zero emissioni nette entro il 2050 .