28 Novembre, 2020

Nestlé invests CHF 2.5 million and partners with the government of Côte d’Ivoire to protect and restore the Cavally forest reserve

Nestlé ha collaborato con il Ministero dell’Acqua e delle Foreste della Costa d’Avorio per proteggere e ripristinare la riserva forestale di Cavally e migliorare la resilienza delle comunità locali.

Gli investimenti della società da 2,5 milioni di franchi finanzieranno gli sforzi per porre fine alla deforestazione all’interno della riserva forestale e ripristinare la foresta degradata. Sosterrà inoltre i percorsi di transizione per gli agricoltori che attualmente producono nella riserva e promuoverà l’agricoltura rigenerativa per le aree intorno alla riserva.

La riserva forestale di Cavally è una delle 234 foreste classificate in Costa d’Avorio, un hotspot di biodiversità minacciato dalla deforestazione.

La Costa d’Avorio ha perso gran parte della sua copertura forestale negli ultimi 60 anni. Dal 1960 al 2015, l’area delle sue foreste è diminuita da 16 milioni a 3,5 milioni di ettari. Questa perdita di foresta è stata causata dall’agricoltura dei piccoli proprietari.

“Arrestare la deforestazione legata al cacao fa parte della nostra ambizione di trasformare la nostra catena di approvvigionamento agricola, rendendola più rispettosa dell’ambiente e resiliente. Questo fa parte della nostra azione accelerata per affrontare i cambiamenti climatici e contribuirà a raggiungere il nostro impegno a zero emissioni nette 2050 “, ha dichiarato Magdi Batato, Vicepresidente esecutivo, Capo delle operazioni, Nestlé.

Il governo della Costa d’Avorio ha recentemente adottato una politica nazionale per la conservazione, il ripristino e l’estensione delle foreste. “Questa partnership rafforzerà il nostro impegno nella lotta contro la deforestazione causata in parte dalla coltivazione del cacao in Costa d’Avorio e per rafforzare la resilienza delle comunità e dei produttori di cacao. Spero in un’implementazione di successo e spero che diventi un modello replicabile per noi ampliamento ad altre foreste “, ha dichiarato Alain Richard Donwahi, ministro delle acque e delle foreste ivoriano.

Il progetto sarà attuato dall’Agenzia forestale della Costa d’Avorio (SODEFOR) e dalla Fondazione Earthworm, lavorando in sinergia con altre parti interessate, comprese le comunità del cacao.

Il responsabile del piano cacao Nestlé, Darrell High, ha dichiarato: “Una produzione sostenibile di cacao a beneficio delle comunità locali, dell’ambiente e dello sviluppo economico del paese è possibile. La nostra visione è che questo progetto serva da esempio di come il cacao può essere reperito in un modo che protegge contemporaneamente preziosi ecosistemi in Costa d’Avorio e preserva i mezzi di sussistenza degli agricoltori “.

Il progetto contribuirà a garantire che i futuri agricoltori e comunità coltivano cacao e altre colture al di fuori delle aree forestali di Cavally. Il progetto è in linea con la partecipazione di Nestlé alla Cocoa & Forest Initiative (CFI) e il suo piano d’azione per porre fine alla deforestazione nella sua catena di approvvigionamento del cacao, nonché per preservare e ripristinare le foreste esistenti.