5 Agosto, 2020

Giornata mondiale dell’ambiente, ANAS punta su energia verde e riduzione consumi

  • AD Simonini: “Accelerato il processo di de-carbonizzazione previsto dall’Unione Europea per il 2050 con l’obiettivo di una rete stradale sempre più sostenibile”
  • Acquisto energia pulita consente oltre 100mila tonnellate di CO in meno nell’atmosfera 
  • In corso progetti per ridurre i consumi energetici e rendere più efficiente l’illuminazione nelle 1.900 gallerie in gestione

Anas (Gruppo FS Italiane), a partire da agosto 2020, inizierà ad utilizzare solo energia sostenibile, rinnovabile e pulita per tutte le sue attività aziendali. Anas, infatti, ha provveduto, tramite l’adesione a Convenzione Consip, all’acquisto di energia verde per ridurre le emissioni di anidride carbonica. 

“Abbiamo accelerato il processo di de-carbonizzazione – ha dichiarato l’Amministratore Delegato di Anas Massimo Simonini – previsto dall’Unione Europea per il 2050. Tramite l’adesione alla Convenzione Consip, abbiamo potuto acquistare tutto lo stock disponibile di energia pulita per le sedi di lavoro, per le gallerie e per l’illuminazione lungo la rete stradale e autostradale Anas.Il nostro obiettivo di migliorare il livello di servizio all’utenza e la sua sicurezza, passa anche attraverso scelte di sostenibilità della rete infrastrutturale”.

Con la fornitura annuale degli oltre 3.800 punti di prelievo, per un consumo di circa 380mila MWh all’anno, l’azienda produrrà un beneficio ambientale equivalente alla non emissione di oltre 100mila tonnellate di CO2(in base agli indicatori di emissioni medie prodotte dal settore elettrico italiano riportate nel Rapporto Ispra 317 del 2020).

Nel 2019, Anas ha infatti aderito al Piano di Sostenibilità del Gruppo FS per Sicurezza, Mobilità Sostenibile ed Energia. I tre principali obiettivi del Piano prevedono l’incremento della sostenibilità del trasporto intermodale per merci e persone, il miglioramento della sicurezza su rete ferroviaria, stradale e autostradale e la riduzione delle emissioni di CO2 per diventare carbon neutral entro il 2050.

La sostenibilità delle rete Anas passa anche attraverso il risparmio energetico e l’efficienza dei sistemi di illuminazione. Anas ha infatti in corso il Piano Greenlight, che ha l’obiettivo di ridurre i consumi energetici per l’illuminazione nelle 1.900 gallerie in gestione della rete stradale di propria competenza. L’investimento di 30 milioni di euro prevede un tempo di rientro medio dei costi di circa 7 anni. Il risparmio in termini di emissioni di CO2 sarà di circa mille tonnellate e di oltre 2 milioni di euro in termini economici. Inoltre, sul Grande Raccordo Anulare di Roma è attivo lo Smart Light, un sistema di controllo dell’impianto di illuminazione, con Lampade LED, che consente una maggiore efficienza grazie ad una regolazione “punto punto” del flusso luminoso, attraverso una tecnologia wireless di ultima generazione definita zigbee.