2 Giugno, 2020

Le Vie dei Tesori tra i finalisti del Premio CULTURA + IMPRESA assegnato ai migliori progetti di sponsorizzazione culturale

Premiata la partnership con Planeta

PALERMO. Il festival Le Vie dei Tesori tra i 22 finalisti del Premio CULTURA + IMPRESA, l’iniziativa che rende merito ai migliori progetti di sponsorizzazione e partnership culturale, produzione culturale d’impresa e attivazione dell’Art Bonus, realizzati lo scorso anno in Italia. Entro giugno, la giuria di qualità indicherà i dieci vincitori.

I 22 progetti finalisti provengono da 12 regioni italiane, 5 del Nord, 3 del Centro e 4 del Sud e, di questi, soltanto due dalla Sicilia: accanto al lavoro de Le Vie dei Tesori in partnership con l’azienda vitivinicola Planeta – che ha proposto itinerari e degustazioni di vini del territorio, legati alla narrazione dei luoghi del festival -, l’altro progetto isolano in finale riguarda il restauro di Palazzo Ducale dei Tomasi di Lampedusa a Palma di Montechiaro a cui ha collaborato la maison Dolce&Gabbana.

In una regione come La Sicilia in cui è difficilissimo coinvolgere sponsor, il festival Le Vie dei Tesori è riuscito a creare aggregazione e collaborazione tra pubblico e privati, enti, comuni, università, associazioni e aziende, investendo sulla promozione dei luoghi. Un’occasione unica di riappropriazione del territorio per i cittadini e di scoperta per i turisti, che si perdono – da 13 edizioni – tra palazzi nobiliari, monasteri, chiese, cripte, giardini, musei  scientifici, luoghi di solito chiusi o non raccontati. Nel 2019 in 8 weekend sono state coinvolte 15 città d’arte e 450 tesori. Planeta, tra i protagonisti del rinascimento vinicolo siciliano, organizza dal 2018 un Viaggio in Sicilia da Ovest a Est attraverso i vini e gli oli. Nell’ultima edizione del festival, la partnership ha dato vita a 13 appuntamenti in 11 tesori: alla visita del sito condotta da esperti, è seguita la degustazione di vini autoctoni.

Il Premio CULTURA + IMPRESA, fondato sette anni fa da Federculture e da The Round Table, è promosso dal Comitato non profit Cultura + Impresa con il contributo di Fondazione Italiana Accenture e di ALES. Il progetti, realizzati nel 2019, devono avere, come campo di azione, il restauro e la valorizzazione di beni culturali, musei, spazi espositivi ed esposizioni museali; festival, rassegne culturali; installazioni/performance d’arte contemporanea; spettacoli o stagioni teatrali, musicali e di danza; produzioni di arti visive, cinematografiche, audiovisive, multimediali e attività editoriali. Tre le sezioni, ad ognuna corrisponde un premio: Sponsorizzazioni culturali, Produzioni culturali d’impresa e Applicazione dell’Art Bonus; tre “menzioni speciali” dedicate alla Corporate Cultural Responsibility; Progetti under 35, e Digital Innovation in Arts, tema particolarmente attuale in tempo di covid-19, visto che web e innovazione tecnologica sono ormai indispensabili per la divulgazione di contenuti artistici e culturali.