4 Dicembre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

Niscemi racconta

Note Libro: È con immenso piacere che si è giunti alla decisione della pubblicazione del Niscemi racconta. Superato lo scoglio di essere espressione di una realtà ristretta del territorio circoscritto di Niscemi, quest’opera si propone di rappresentare una realtà più vasta che rispecchia le condizioni sociali e culturali di un popolo intero, nello specifico di quello siciliano, a partire dall’Unità d’Italia per proseguire fino alla proclamata Repubblica Italiana e ai tentativi di separatismo siciliano.

Note autore: Don Giuseppe Giugno, nato a Niscemi (CL) il 6 marzo del 1943, ordinato sacerdote nel 1965, è impegnato nel ruolo di sacerdote fino ad oggi. Ha partecipato alla vita diocesana come membro di diversi consigli ecclesiali e ha insegnato all’Istituto di Teologia per Laici, nella sezione di Gela. Dal 1987, è anche Vicario Episcopale per la Promozione Umana e la Caritas della Diocesi di Piazza Armerina. Fondatore e procuratore generale dell’“Oasi Madonna del Buonconsiglio” di Niscemi dal 1982. Fondatore e Presidente del G.T.R. (Gruppo Teatro Ricerca) di Niscemi dal 1979. La produzione letteraria non si fa attendere, fra i primi lavori, il più significativo è Figghi màsculi, figghi fimmini (Figli maschi, figlie femmine) (1974), seguito poi da Il ben dell’intelletto (1977), Vicchiàia (1982), Ombre (1984), Itinerario droga (1986), U Cuntrattu (1972), Botta ri sangu (1982), L’ommu è cacciaturi (1984), Ncantisimu. È stato segnalato da Leonardo Sciascia al “Premio Pirandello ‘83” per Niscemi racconta (Aldo Scimè, in La Sicilia del 28/04/1983 pag. 3).