24 Settembre, 2020

Esce su Amazon Prime il 30 aprile con 102 Distribution, Cobra non è, esordio alla regia di Mauro Russo

Esce, direttamente su Amazon Prime, il 30 aprile, distribuito da 102 Distribution e prodotto da Giallo Limone Movie S.r.l.Cobra non è, opera prima di Mauro Russo, interpretata da  Gianluca di Gennaro, Denise Capezza, Nicola Nocella, Federico Rosati e Roberto Zibetti, e con collaborazioni eccellenti di cantanti quali Elisa, Max Pezzali, Clementino, Tonino Carotone, Il Pancio ed Enzuccio, che hanno tutti accolto con entusiasmo la propria partecipazione al progetto.

Il Maestro Ruggero Deodato (regista-cult di Cannibal Holocaust) ha realizzato una scena inedita di tortura, omaggio al cinema di genere italiano degli anni ’70 e ’80 tanto amato da Quentin Tarantino. La scena sarà presente solo nella versione integrale del film.



Una crime comedy con elementi pulp, che si sviluppa in una notte e racconta di Cobra e Sonny, rapper e manager cresciuti nel degrado di chissà quale periferia, che hanno trovato negli anni il loro riscatto attraverso la musica. Per risollevarsi da un imminente fallimento, dopo anni di successo, Sonny, all’insaputa del suo assistito, ottiene un appuntamento con un’importante casa discografica e riesce a convincere il capo della major di una fantomatica collaborazione di Cobra con uno dei DJ producer più richiesti: LAZY B.

Questo, contattato dal manager, accetta di entrare in sala di registrazione, ma all’ultimo momento, dopo un incontro per definire il tutto, cambia idea, aumentando la propria richiesta economica. Cobra scopre che Sonny ha già contattato un vecchio amico d’infanzia, l’unico disposto a concedergli un prestito: l’Americano, divenuto ormai un criminale. Dopo le varie rimostranze del rapper, che ormai è a un bivio della propria vita, i due giungono nella villa dell’Americano. L’uomo accorda il prestito ai due, ma in cambio chiede un favore: consegnare una valigetta a un uomo. Dal momento in cui la valigetta è nelle mani di Cobra e Sonny, i due affronteranno una serie di peripezie, fatte di equivoci caratterizzati da eccentrici personaggi e un passato mai dimenticato, che tornerà in maniera inaspettata, nella vita del rapper.



IL REGISTA – Mauro Russo
, classe 1981, è un giovane regista salentino. Dopo l’Accademia Nazionale del Cinema di Bologna, si dedica da subito alla realizzazione di videoclip musicali per Sony e Universal, diventando un punto di riferimento nella scena italiana, grazie al suo stile d’impatto ed una fotografia surreale, adottando uno stile filmico e traendo ispirazione dai b-movies. Tra i numerosi videoclip, quelli realizzati per i più influenti artisti rapper italiani come Fedez, Club Dogo, Salmo, Marracash, Clementino e Rocco Hunt, vincendo nel 2011 il Premio per il miglior video indipendente con Dichiarazione di Gue Pequeno. Per il suo esordio nella regia di un lungometraggio, Cobra non è, crea un connubio tra il suo stile crudo e la scena musicale rap.

102 DISTRIBUTION è una società italiana di distribuzione e produzione cinematografica, con sede a Roma, che si occupa di acquisire e di produrre opere cinematografiche al fine di sfruttarne i diritti in tutti i canali di distribuzione: cinema, home video, televisione e new media. La linea editoriale di 102 DISTRIBUTION si focalizza principalmente su prodotti internazionali di qualità, documentari, classici americani, europei e sud americani, action-movie, family e film indipendenti.

Giallo Limone Movie S.r.l., società di Salerno nata nel 2004 si dedica principalmente alla produzione di film lungometraggi per le sale cinematografiche. Tra le produzioni, “Amore con la S maiuscola”, di Paolo Costella, progetto a cui aderisce Rai Cinema, quindi “Lista civica di provocazione”, scritto e diretto da Pasquale Falcone, che nel 2008 scrive e dirige anche “Io non ci casco”, con Maria Grazia Cucinotta, il DJ Claudio Coccoluto e Maurizio Casagrande, distribuito da Medusa. Sempre Falcone scrive e dirige “Il profumo dei gerani” e nel 2014 viene prodotto “L’uomo volante” cortometraggio diretto da Adelmo Togliani, anche protagonista con Bianca Guaccero, che apre la sezione “Corti” alla Mostra del Cinema di Venezia. Nel 2017 è la volta del doc “Tradizioni nel tempo: Giallo zafferano”. Attualmente in preparazione il lungometraggio “Separati” per la regia e sceneggiatura di Alessandro Capone.