8 Aprile, 2020

Gialli italiani da scoprire su MediaLibraryOnLine

Una lista di titoli poco conosciuti, selezionati dalle bibliotecarie di via Roma, disponibili sulla piattaforma digitale. Basta inviare una mail per iscriversi.

Hai voglia di leggere un romanzo giallo? Hai finito le scorte di libri a casa? Sei preoccupato perché le biblioteche della città sono chiuse? La soluzione c’è, puoi iscriverti a Mlol, fornitissima piattaforma digitale a cui possono accedere tutti coloro che hanno la tessera della biblioteca. È vero, parecchi best seller sono già in prestito e hanno una lunga fila di prenotazioni, ma ci sono disponibili molti titoli di valore che, pur essendo meno conosciuti, non mancheranno di coinvolgere e di tenere il lettore incollato alla pagina (digitale, naturalmente).

Qui di seguito una lista di  romanzi gialli, noir e thriller di autori italiani da tenere assolutamente d’occhio, selezionati come sempre dalle esperte bibliotecarie di via Roma.

Ricordiamo che possono iscriversi a MediaLibraryOnLine coloro che sono già in possesso della tessera di una delle biblioteche della provincia. Basta inviare una mail a info@bibcom.trento.it comunicando il numero di tessera personale. Il servizio è gratuito. A disposizione sul sito Mlol c’è anche una nuova app, Mlol reader, che facilita la lettura. Per consultare le liste Mlol create dalla nostra biblioteca basta cliccare il link https://trentino.medialibrary.it/liste/ricerca.aspx?user=529603

  1. Aenigma di Lorenzo Beccati (Casa Editrice Nord). A proposito di Beccati, Faletti ha scritto: “è uno che sa cosa vuol dire scrivere”. Date un’occhiata allora a questa storia, su una rapina di banca anomala affidata alle indagini del commissario Davide Ganz.
  2. Ama il tuo nemico di Daniele Autieri (Nero Rizzoli). Romanzo implacabile che non risparmia colpi di scena e ci ricorda come nessuno sia al riparo da una biblica resa dei conti. Perché siamo tutti pecore tra i lupi.
  3. Blues in nero di Antonio Bocchi (Salani). Un uomo tormentato ed enigmatico, un investigatore alle prese con i misteri di una provincia che non perdona.
  4. Crepe di Luigi Bernardi (Il Maestrale). Gli inquilini di una palazzina vicina al cantiere dell’alta velocità protagonisti di un romanzo che ha la tensione del thriller e l’autorevolezza stilistica del classico.
  5. Delitto e rovescio di Claudio Paglieri (Piemme). Un’indagine del commissario Luciani che ha lasciato la polizia e l’Italia e, a Barcellona, cerca di ritrovare la figlia scomparsa di un imprenditore italiano. Tennis, misteri e una posta in palio altissima.
  6. Fiori sopra l’inferno di Ilaria Tuti (Longanesi). Esordio di una scrittrice di grande talento. In un thriller da ritmo implacabile debutta una protagonista indimenticabile per la straordinaria umanità, lo spirito indomito, la rabbia e la tenerezza.
  7. I morti non hanno fretta di Filippo Bologna (Mondadori). La prima indagine del commissario Santini in una Versilia deserta e fuori stagione dà vita a un noir sospeso tra mistero e ironia.
  8. Il destino dell’orso di Dario Correnti (Mondadori). Un industriale milanese viene sbranato vivo da un orso in una valle Svizzera. Da qui si dipana la trama di un thriller serrato, un meccanismo a orologeria che ha come protagonisti un vecchio e disilluso cronista di nera e una giovanissima reporter precaria.
  9. Il falsario di reliquie di Carlo Animato (Tea). Due cadaveri nella Berna del 1500 e un fornaio improvvisato investigatore. Una trama densa di colpi di scena ispirata a fatti realmente accaduti.
  10. Il filo rosso di Paola Barbato (Piemme). Un passato doloroso che ritorna risveglia la sete di vendetta.