1 Dicembre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

Inaugurata la 103ma Collettiva giovani artisti dell’Istituzione Bevilacqua La Masa. Damiano: “E’ fondamentale che le istituzioni aiutino i giovani a far emergere il proprio talento”

Si è svolta nella Galleria di Piazza San Marco della Bevilacqua La Masa l’inaugurazione della 103ma collettiva Giovani artisti, il tradizionale appuntamento dedicato alla scoperta e alla promozione dell’arte contemporanea che ha visto la selezione di 37 giovani artisti (tra i 18 e i 30 anni) e 9 proposte grafiche tra 149 partecipanti.

All’evento è intervenuta in rappresentanza dell’Amministrazione comunale la presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano. Presenti inoltre, insieme agli altri componenti della giuria, Bruno Bernardi presidente dell’Istituzione Fondazione Bevilacqua La Masa e il consigliere Roberto Zamberlan.

“E’ un onore partecipare a questo evento – ha sottolineato la presidente Damiano nel portare i saluti dell’Amministrazione comunale. Il nostro ringraziamento va all’Istituzione Bevilacqua La Masa per l’impegno profuso nel valorizzare i giovani artisti. In una città che è arte, cultura, scoperta e innovazione è essenziale che le istituzioni aiutino i giovani a far emergere il proprio talento e fornire loro gli strumenti necessari per poter inseguire i propri sogni”.

Nel corso dell’appuntamento la giuria ha anche assegnato i tradizionali premi acquisto per le opere ritenute migliori. Il primo premio è andato a Ilaria Simeoni con l’opera “Al mutare delle ombre”, il 2° premio ex equo è invece stato attribuito a Laura Omacini, con “Incubo” e a Giacomo Bianco per l’opera “Dialogo I, dialogo II, dialogo III, dialogo IV, dialogo V” 

Il riconoscimento per la miglior proposta grafica è andato invece a Paolo Pretolani, che ha realizzato l’invito, il manifesto e la copertina del catalogo della 103ma Collettiva Giovani Artisti. 

L’esposizione, che ospiterà anche opere inedite dei vincitori della 102ma Collettiva, resterà aperta da domenica 2 febbraio, a domenica 8 marzo 2020. Ingresso libero.