Luglio 30, 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

L’Explorer Plug-In Hybrid conquista le 5 stelle Euro NCAP

  • L’Explorer Plug-In Hybrid, il SUV da 7 posti, in arrivo in Europa entro la metà del prossimo anno, ha ottenuto il massimo punteggio di 5 stelle dall’autorità indipendente per i crash test Euro NCAP

  • Le innovazioni e i processi produttivi sono stati sviluppati per creare componenti più resistenti dei cavi dei montanti di un ponte, per proteggere gli occupanti e la batteria. Anche il Pre-Collision Assist è stata elogiato dall’Euro NCAP

 

Anche la gamma dei veicoli elettrificati Ford sarà contraddistinta dalla grande attenzione alla sicurezza tipica dei modelli dell’Ovale Blu. L’Explorer Plug-In Hybrid, infatti, è stato premiato con il massimo punteggio di 5 stelle dall’autorità indipendente per i crash test Euro NCAP.

L’Explorer Plug-In Hybrid migliora la sicurezza per tutti gli occupanti e gli altri utenti della strada, grazie all’introduzione di componenti in acciaio ad altissima resistenza, sviluppati utilizzando processi brevettati e innovativi e tecnologie progettate per prevenire o mitigare gli effetti delle collisioni. (*)

Il nuovo SUV a 7 posti combina un motore EcoBoost 3.0 V6 con uno elettrico in grado di generare 457CV e 825 Nm di coppia, garantendo 48km di autonomia in modalità elettrica. (**)

Con le vendite di modelli elettrificati Ford che si prevede supereranno, in Europa, quelle delle motorizzazioni convenzionali, benzina e diesel, entro la fine del 2022, i clienti Ford potranno essere certi che continueremo a offrire loro il massimo in termini di sicurezza qualunque propulsore sceglieranno”, ha commentato Joerg Beyer, Executive Director Engineering, Ford Europa.

L’Explorer Plug-In Hybrid è il primo veicolo elettrificato Ford a ricevere un rating massimo di 5 stelle da Euro NCAP in base ai nuovi protocolli, più rigorosi, introdotti lo scorso anno. La Ford Focus – che sarà offerta, dal prossimo anno, nella versione EcoBoost Hybrid – è stata tra i primi modelli a ricevere le 5 stelle dopo il lancio nel 2018.

Più resistente e più smart

L’Euro NCAP ha assegnato i punteggi più alti all’Explorer Plug-In Hybrid per la protezione degli occupanti per adulti e bambini.

Un nuovo processo di produzione automotive chiamato 3D Roll and Sweep ha permesso a Ford di incorporare tubi in acciaio martensitico ad altissima resistenza nei montanti del parabrezza e nella linea del tetto del veicolo, creando una cellula di sicurezza per i passeggeri ancora più resistente.

L’acciaio, che è così indurito che i fori del dispositivo devono essere tagliati con i laser, è lavorato in tubi. Il processo 3D Roll and Sweep piega, quindi, ogni tubo a forma di una mazza da hockey per formare un montante a pezzo unico e un tubo per il binario del tetto con una resistenza alla trazione di 1.700 megapascal – più resistenti dei cavi principali utilizzati per il famoso Golden Gate Bridge di San Francisco. (***)

Costruiti utilizzando un processo brevettato da Ford, i longheroni in acciaio ad altissima resistenza si estendono anche lungo la linea del pianale del veicolo per offrire ulteriore protezione agli occupanti e alla batteria agli ioni di litio da 13,1 kWh. Ogni elemento è creato da un unico pezzo brevettato di acciaio, che viene ripiegato su se stesso prima di essere saldato. Il processo crea celle interne in grado di garantire una maggiore resistenza e rigidità e ha consentito all’Explorer Plug-In Hybrid di ottenere il punteggio massimo nel crash test di impatto laterale Euro NCAP.

Le sofisticate tecnologie standard di assistenza alla guida che contribuiscono a un livello di sicurezza a 5 stelle includono Pre-Collision Assist con rilevamento di pedoni e ciclisti, limitatore di velocità intelligente (Intelligent Speed Limiter) e sistema di mantenimento della corsia (Lane-Keeping System).

Inoltre, introdotta per la prima volta in Europa, la tecnologia Reverse Brake Assist  utilizza radar e sensori per identificare oggetti o veicoli sulla traiettoria di retromarcia, che misurino più di 28 cm di altezza e 7.5 cm di larghezza, e può intervenire, applicando automaticamente i freni, per evitare una collisione imminente, quando il veicolo è in retromarcia a velocità comprese tra 1.5 km/h e 12 km/h.

Il Reverse Brake Assist “trattiene” il veicolo per 1.5 secondi prima di restituire il pieno controllo al guidatore, consentendogli di valutare la situazione prima di continuare la manovra. Una telecamera posteriore è anche standard.

Dotato di interni eccezionalmente spaziosi, lussuosi e incentrati sul comfort, unitamente a funzionalità innovative tra cui un touchscreen centrale da 10.1 pollici verticale e un display del quadro strumenti digitale da 12.3 pollici, l’Explorer Plug-In Hybrid sarà offerto nella vertsione ST-Line, ispirata alle vetture Ford Performance.

Il motore elettrico consente all’Explorer Plug-In Hybrid di muoversi in modalità 100% elettrica e il conducente può scegliere come sfruttare al meglio le batterie, scegliendo tra le modalità EV Auto, EV Now, EV Later e EV Charge.

La batteria del veicolo può essere caricata utilizzando una presa situata all’interno del paraurti anteriore o automaticamente, in movimento, utilizzando la tecnologia di ricarica rigenerativa che cattura l’energia cinetica normalmente persa durante la frenata.

Per maggiori informazioni consultare il sito https://www.euroncap.com/

https://www.euroncap.com/it/results/ford/explorer/38856

(*) Le tecnologie di assistenza alla guida non si sostituiscono all’attenzione, giudizio e controllo sul veicolo del guidatore

Le prestazioni dell’Explorer Plug-In Hybrid sono di 66 g/km CO2 in termini di emissioni e di 2.9 l/100km (NEDC) in termini di consumi di carburante

(**) I consumi e le emissioni di COsono misurati in base ai requisiti tecnici e alle specifiche dei Regolamenti Europei (EC) 715/2007 e (EC) 692/2008 nelle ultime versioni emendate. I risultati possono differire da quelli riscontrati in altri mercati dove vengono applicati regolamenti che prevedono cicli di guida differenti. Il consumo di carburante e le emissioni di CO2 sono specificate per variante di veicolo, e non per singola auto. Le procedure standard applicate nella conduzione dei test permettono un confronto fra diversi tipi di veicolo e diversi produttori. Oltre all’efficienza energetica di un veicolo, anche il comportamento alla guida e una serie di fattori non tecnici influiscono sul consumo di carburante e sulle emissioni di CO2.

Dal 1 ° settembre 2018 il WLTP ha sostituito completamente il New European Drive Cycle (NEDC). Durante il roll-out del NEDC, il consumo di carburante WLTP e le emissioni di CO2 sono stati correlati alla NEDC. Possono insorgere alcune variazioni nei risultati dei test poiché modificando alcuni dei parametri di riferimento, la stessa automobile potrebbe riportare diversi consumi e emissioni di CO2.

http://goldengatebridge.org/research/factsGGBDesign.php#maincable